Ho risolto il mio vaginismo: adesso sono una donna più sicura ed ottimista

Dopo diversi anni di fidanzamento in cui per scelta io e il mio ragazzo avevamo deciso di non avere rapporti prematrimoniali,

siamo finalmente giunti al coronamento del nostro amore con il matrimonio, certi di poterlo vivere serenamente ed in maniera appagante. Ci siamo sempre molto amati ed anche molto desiderati ma, dopo il fatidico Sì, le nostre trepidanti attese si sono lentamente sgretolate di fronte ad un muro di dolore…

Già, un vero e proprio muro, quello della mia vagina, che invece di accogliere e dare piacere al mio uomo ogni volta che cercavamo di fare l’amore si trasformava in una cortina impenetrabile. All’inizio pensavamo si trattasse solo di ansia e di inesperienza ma con il passare dei mesi la situazione non si sbloccava. Ogni volta venivo assalita dal dolore e dalla paura del dolore e tutti i tentativi di penetrazione risultavano vani. Mio marito mi incoraggiava e mi stava vicino ma la sfiducia si è lentamente insinuata in noi e per più di un anno siamo andati avanti così, mentre ormai i tentativi di avere rapporti completi si facevano sempre più rari. Poi finalmente la svolta: una mia amica ha un figlio e mi parla molto bene della ginecologa che l’ha seguita durante la gravidanza. Scatta in me una rinnovata voglia di normalità, di avere una vita sessuale soddisfacente e il recondito desiderio di poter anch’io un giorno essere madre, così decido di sottopormi ad una visita, nonostante un grande timore.

La diagnosi consiste nella conferma di quello che temevo ma non riuscivo ad accettare: secondo la ginecologa ero affetta da vaginismo, un disturbo a suo dire piuttosto serio ma comune a molte donne e risolvibile con l’aiuto di figure specializzate, appositamente competenti nel campo della sessuologia.

E così comincia per me un percorso che non sarà solo finalizzato alla risoluzione del vaginismo ma che mi porterà a riconsiderare tutta la mia vita e ad approcciarmi ad essa con nuovo slancio ed entusiasmo.

Dopo mesi di muta sofferenza, è stato davvero confortante ed estremamente incoraggiante incontrare qualcuno capace di ascoltarmi e di comprendere appieno il mio stato d’animo e il mio profondo disagio. La dottoressa che mi ha accolto con tanta dolcezza e delicata discrezione è riuscita a dissipare immediatamente le mie ansie e le mie paure, mi ha spronato fermamente ad avere fiducia ed io, da subito, ho percepito che avrei potuto abbattere quel muro anche se avrei dovuto metterci tanto impegno e tanta determinazione.

E così è stato.

Grazie alla costanza negli esercizi, all’assiduità nelle sedute, all’apporto instancabile di mio marito e soprattutto grazie alla preziosa competenza ed attenta professionalità della dottoressa che mi ha seguito, in pochi mesi, sono riuscita finalmente a varcare la soglia della mia vagina che, pian piano, si è trasformata divenendo morbida, calda ed accogliente. Un ostacolo che sembrava insormontabile si è sciolto come neve al sole …

Oggi sono una donna più sicura e disinvolta, soprattutto più ottimista, non ho scoperto solo la bellezza di una vita sessuale appagante ma ho scoperto una bellissima parte di me che non conoscevo affatto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 + 2 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>